Cari soci e socie, è con grande soddisfazione che vi presento il programma delle attività previste nel 2020, un programma ricco di escursioni e di altre iniziative che riconferma l’impegno da me preso nel 2019, quando scommisi sulla fattibilità e riuscita di un programma molto intenso, ricevendo anche qualche critica per le troppe gite messe in calendario. Il tempo mi ha dato ragione perché abbiamo avuto tante belle escursioni, tutte esaurite, che hanno contato ben 2.700 presenze di soci.

Tra quelle che hanno avuto un grande successo ricordo l’Albania, Le Porquerolles, la settimana bianca, il soggiorno estivo, i vari trekking, le vie Ferrate e soprattutto i quattro giorni emozionanti trascorsi a Norcia, andando in giro per i Sibillini, ricevendo gratitudine e ringraziamenti da parte della popolazione locale.

Ho voluto fortemente organizzare questi quattro giorni per portare la nostra solidarietà in una zona devastata del terremoto, in questo anticipando di un anno la richiesta del CAI Centrale e del Presidente Generale Vincenzo Torti ad organizzare escursioni nelle zone terremotate.

Voglio anche sottolineare il grande successo ricevuto dalle nostre scuole per i corsi di Sci Escursionismo, Sci Alpinismo e Arrampicata libera, che hanno registrato il tutto esaurito, in tutti i corsi.

Il 2019 è stato un anno importante per la nostra sezione: risale infatti al 19 marzo 1969 la prima escursione sezionale sul Monte Pelato, che abbiamo voluto riproporre e che, come allora, è stata condotta dal nostro storico segretario Cesare Codeluppi. Insieme, in vetta, abbiamo brindato ai nostri primi 50 anni di escursioni e a tutti i soci, uomini e donne che, con grande amore per la montagna e con spirito di sacrificio, hanno fatto la storia della nostra sezione.

Il 2019 ha visto anche la crescita delle scuole, un processo iniziato a dicembre 2018 quando sono nate le scuole del Levante Ligure.

Si sono costituite scuole intersezionali tra le sezioni di Sarzana, La Spezia, Chiavari e Rapallo: la scuola di Sci Escursionismo “Gianni Scaffardi” che ha come capofila la nostra sezione e le scuole di Sci Alpinismo e Arrampicata libera “Muzzerone” e di Escursionismo “Creuza de Mà” che hanno come capofila la sezione di La Spezia.

Ringrazio i Direttori e gli Istruttori tutti, sottolineando che il loro importante e appassionato impegno non è da professionisti ma, come ripeteva Annibale Salsa, past president del CAI, volontario e professionale.

Purtroppo però, non tutto è positivo e con dispiacere, dopo anni di leggera crescita, il 2019 ha registrato una diminuzione significativa dei nostri soci di 40 unità.

Ho molto riflettuto e mi sono anche interrogato a fondo sulle cause di questo calo arrivando alla conclusione che molte persone vedono il CAI soltanto come una opportunità di ottenere dei servizi e non avvertono il senso di appartenenza a una Associazione importante come la nostra. Insomma, non sentono il peso o il valore della tessera né provano il desiderio di partecipare e contribuire personalmente alla crescita della sezione.

Comunque voglio ringraziare tutti i soci e le socie che ci hanno dato fiducia rinnovando la tessera.

Voglio ringraziare i nuovi iscritti e voglio ringraziare anche quelle persone che per motivi vari hanno deciso di non rinnovare o trasferirsi ad altre sezioni.

Lo spazio è poco e quindi concludo ringraziando il Direttivo, le Commissioni, i gruppi di lavoro e tutte quelle persone che mi stanno aiutando in questo difficile compito. Buona montagna a tutti e grazie amici.

Ed ora vi invito a sfogliare le pagine del nostro programma per il 2020, certo che troverete molte iniziative interessanti e varie alle quali partecipare.

Un ricordo commosso a chi ci ha lasciato nel 2019.

Il Presidente Michele Sarcinelli