Cari soci e socie, è con orgoglio e anche con emozione che vi presento il programma delle attività previste nel 2019, per la prima volta, come Presidente della Sezione. Provo orgoglio per essere stato da voi scelto a guidare una Sezione come la nostra, una piccola sezione di provincia conosciuta ed apprezzata su tutto il territorio Nazionale che da anni ormai riesce a proporre ai propri soci un’ampia scelta di attività, oltre a essere sempre presente e partecipe nel contesto del territorio, collaborando con le istituzioni nell’offerta culturale. Con i nostri 1174 soci rappresentiamo la seconda sezione della Liguria.

Desidero ringraziare i Presidenti che mi hanno preceduto per avere portato e mantenuto la Sezione a tali livelli, sempre con l’obiettivo di valorizzare la cultura della montagna in tutti i suoi aspetti. Mi impegno ad essere all’altezza del compito che mi avete affidato, conscio anche delle difficoltà che si possono presentare. Cercherò di dare alla sezione una spinta ancor più aggregante, di portare innovazione anche tecnologica, di ben coniugare volontariato e professionalità, di curare il progetto educativo indirizzato ai giovani, senza dimenticare l’ambiente e la cultura, non solo della montagna ma di tutto il nostro territorio, sempre con attenzione ai valori e alle finalità del Club Alpino Italiano. Proseguiremo la collaborazione con le vicine sezioni del Cai e con tutte le Istituzioni della zona.

Non sono solo in questo compito: mi affiancano gli amici del Consiglio Direttivo e i Presidenti Vanacore Giuliano e Moruzzo Giovanni con cui ho lavorato e sul cui impegno so di poter contare con fiducia e ai quali esprimo gratitudine per il loro indispensabile apporto. Nel passato anno sociale le iscrizioni sono aumentate di sette unità, la base è ormai consolidata e le variazioni sono minime. Le escursioni, le gite sociali e tutte le attività predisposte dalle varie commissioni sono state apprezzate e seguite con entusiasmo. Desidero sottolineare il successo della settimana bianca a Folgarida, del tour del Portogallo, della scoperta del Cilento, del soggiorno estivo a Resia, i vari Trekking, il gemellaggio con Villefranche e i corsi di Sci Escursionismo ed Escursionismo Avanzato (E2). Per tutto questo dobbiamo ringraziare i volontari delle varie commissioni, i responsabili dei gruppi e delle scuole, gli istruttori e gli accompagnatori tutti, che riescono con passione a sacrificare il loro tempo per dedicarsi all’organizzazione delle attività e all’accompagnamento dei partecipanti. Spero anche che tra voi soci qualcuno decida di partecipare attivamente a questo impegno, perché nella società attuale, con dinamiche sempre più veloci e molteplici, occorre lo sforzo di tutti noi per coinvolgere nuove persone, in particolare i giovani ed interessarli ai nostri progetti.

Abbiamo voluto onorare la memoria del socio Gianni Scaffardi, deceduto ormai da un anno, intitolandogli la nostra Scuola di Sci Escursionismo. Ed ora vi invito a sfogliare le pagine del nostro programma per il 2019, certo che troverete molte iniziative interessanti e varie alle quali partecipare. Non dimenticate che il risultato del nostro impegno è destinato a voi soci e il nostro “compenso” è la vostra soddisfazione e partecipazione.

Un ricordo commosso a chi ci ha lasciato nel 2018.

Il Presidente
Michele Sarcinelli